L'incoronazione di Poppea

31 Ottobre 2021

Domenica 31 Ottobre 2021
ore 20:00

Vicenza Opera Festival

Teatro Olimpico di Vicenza

Iván Fischer Opera Company

Budapest Festival Orchestra su strumenti d'epoca

Iván Fischer direttore

È un’opera senza morale e lo si percepisce fin dal prologo. I personaggi sono privi di virtù, né sono guidati da qualche interesse, ma seguono unicamente il loro istinto sessuale.
Amore ci presenta un’improbabile unione: quella del tiranno e assassino Nerone (che in più è poeta, bisessuale e un soggetto imprevedibile) e della nobile bella Poppea, che usa il suo fascino erotico per occupare il trono di Ottavia.
Si tratta di due personaggi reali: Poppea era solita fare il bagno nel latte per ammorbidire la pelle. Morbido era anche il suo animo: stava dalla parte delle minoranze, ad esempio, e lo sappiamo dallo storico Tito Flavio Giuseppe, Poppea aiutava i Giudei soggiogati dai Romani. Nerone prima la prese in moglie e poi, mentre era gravida, la uccise con un forte calcio allo stomaco.
È un po’ come se ai nostri giorni un politico suprematista s’innamorasse di una ragazza squillo. Possibile? Freud annuirebbe.
Iván Fischer


This is an opera without morale. The prologue makes it clear: people are neither virtuous nor interest-driven, they follow their sexual desire. Amore introduces us to an unlikely union: of the tyrant and killer Nero (also a poet, bisexual and unpredictable) and of the noble, beautiful Poppea, who uses her erotic power to occupy Octavia’s throne.
These two were real people: Poppea bathed in milk to soften her skin. Her soul was soft, too: she helped minorities, for example according to Josephus Flavius she helped the Jews suppressed by Rom. Nero married her first but later killed the pregant Poppea by kicking her strongly in the stomach.
It is like today a supremacist politician would fall in love with a call girl.
Possible? Freud would nod.
Iván Fischer

Approfondimenti:
il sito del Vicenza Opera Festival

Programma

L’INCORONAZIONE DI POPPEA
di Claudio Monteverdi
libretto di Giovanni Francesco Busenello

personaggi e interpreti
Poppea JEANINE DE BIQUE
Nerone VALER SABADUS
Ottone REGINALD MOBLEY
Drusilla NÚRIA RIAL
Ottavia/La Virtù LUCIANA MANCINI
Arnalta/La nutrice STUART PATTERSON
Seneca GIANLUCA BURATTO
Un soldato/Lucano/Un familiare/Un console THOMAS WALKER
Un soldato/Un liberto/Un familiare/Un console FRANCISCO FERNÁNDEZ-RUEDA
Un familiare/Un littore/Un tribuno PETER HARVEY
La Fortuna/Una damigella/Venere SILVIA FRIGATO
Un valletto/Amore JAKOB GEPPERT, cantore della Chorakademie Dortmund

staff
assistente alla regia HANNAH GELESZ
costumi ANNA BIAGIOTTI
scenografo ANDREA TOCCHIO
lighting designer TAMÁS BÁNYAI
responsabile di palcoscenico WENDY GRIFFIN-REID
direttore tecnico RÓBERT ZENTAI
consulente linguistico EVA LAX
traduttore RICHARD ROBINSON

regia di IVÁN FISCHER e MARCO GANDINI

Una produzione della Iván Fisher Opera Company, Budapest Festival Orchestra, Müpa Budapest, Vicenza Opera Festival e Grand Theatre de Genève


L’opera è realizzata grazie alla generosa donazione della Signora Aline Foriel-Destezet e del Conductor’s Circle della Iván Fischer Opera Company

Approfondimenti:
il sito del Vicenza Opera Festival